800-856-3333 24-Hour Emergency Hotline

La gestione delle emergenze negli enti pubblici: approfondimenti

 

Un sinistro può mettere un’azienda in ginocchio, causare problemi di consegne, danneggiarne l’immagine, compromettere i rapporti con i clienti. Può interrompere l’erogazione di un servizio di pubblica utilità, lasciare improvvisamente una famiglia fuori casa per giorni o settimane.

In pochi secondi l’attività produttiva o la vita quotidiana possono restare appese a un filo: fondamentale quindi è stabilire in tempo di “pace” un piano di gestione dell’emergenza che permetta quanto prima di superare la crisi e ritornare alla normalità.

Da sempre BELFOR crede e si adopera per contribuire alla diffusione della cultura della prevenzione e per sensibilizzare il mondo delle aziende, delle Amministrazioni Pubbliche, dei professionisti e dei privati sulla necessità di prepararsi a gestire un’emergenza prima che la stessa si verifichi, per poter reagire con la massima tempestività e uscire dalle situazioni critiche nel minor tempo possibile.

“La gestione dell’emergenza negli Enti Pubblici“ è l’argomento che abbiamo scelto di analizzare nel primo degli appuntamenti di aggiornamento professionale con cui testimoniare i primi 30 anni di attività di BELFOR sul territorio nazionale.

Il Convegno, tenutosi giovedì 16 maggio a Milano presso il Palazzo delle Stelline, ha messo in luce l’importanza di una pianificazione dei rischi negli Enti Pubblici e nelle Amministrazioni, soprattutto in un Paese fragilissimo come l’Italia.

Acquisire competenze ed esperienze in materia di gestione dell’emergenza diviene fondamentale non solo per garantire il rapido ripristino del funzionamento di tutti gli Enti che erogano servizi di pubblica utilità alla popolazione, ma anche per garantire l’operatività del tessuto produttivo e la conservazione di beni culturali, sociali e pubblici. In quest’ottica altrettanto importante è promuovere una cultura dell’emergenza che permetta di codificare prassi e protocolli condivisi che includano il settore privato, quello peritale, quello del ripristino dei danni e quello assicurativo.

 

LA GESTIONE DELL'EMERGENZA NEGLI ENTI PUBBLICI

Il Convegno si è aperto con i saluti istituzionali del Prof. Roberto Tasca, Assessore a Bilancio e Demanio del Comune di Milano, che ha posto l'accento sul valore della capacità di imprese e Pubblica Amministrazione di lavorare insieme mettendo a punto metodiche di intervento condivise.

Guarda qui il video dell'intervento del Prof. Roberto Tasca

 

Il geologo, Prof. Mario Tozzi, moderatore del convegno, ha poi illustrato i rischi ai quali è esposto il territorio italiano, puntando il dito sulle responsabilità umane nel creare le condizioni per l'aggravarsi di una catastrofe naturale e indicando come unica via percorribile quella della previsione e prevenzione.

Guarda qui il video dell'intervento del Prof. Mario Tozzi

 

Dopo una breve panoramica sulle attività di BELFOR Italia, l'Ing. Filippo Emanuelli, AD BELFOR Italia, ha ricordato che i danni provocati dai sinistri, anche negli Enti Pubblici, nella maggior parte dei casi sono legati all'assenza di manutenzione, sottolineando dunque l'importanza della prevenzione e di una collaborazione coordinata tra pubblico e privato. 

Guarda qui il video dell'intervento del Dott. Ing. Filippo Emanuelli

 

Sono quindi stati illustrati gli strumenti giuridici a disposizione dell'Ente Pubblico per reagire all'interruzione del servizio pubblico determinata da un sinistro, a cura degli avvocati Piergiuseppe Venturella e Piergiorgio Sposato dello Studio Tonucci & Partners.

Guarda qui il video dell'intervento dell'Avv. Piergiuseppe Venturella 

Guarda qui il video dell'intervento dell'Avv. Piergiorgio Sposato

 

Agli interventi dei due giuristi, è seguita una prima tavola rotonda, moderata da Maria Rosa Alaggio, Direttore di Insurance Review, sui "Modelli di protezione dalle catastrofi naturali" che ha visto un confronto tra Dario Focarelli, Direttore Generale Ania, e Massimo Michaud, Presidente Cineas, entrambi concordi sull'esigenza di una copertura assicurativa per evitare che il ripristino dei danni provocati da catastrofi naturali gravi sul bilancio pubblico.

Guarda qui il video della Tavola Rotonda "Modelli di protezione dalle catastrofi naturali"

 

Purtroppo le risorse pubbliche sono scarse e, come ha ricordato nel suo intervento l'avvocato Paola Balzarini, esperta presso il Dipe e il Nars della presidenza del Consiglio dei ministri, l'Italia è vittima di "ipertrofia normativa"; di conseguenza è necessario attrezzarsi a livello locale con contratti, accordi e protocolli grazie ai quali amministrazioni locali e soggetti privati possano collaborare.

Guarda qui il video dell'intervento dell'Avv. Paola Balzarini

 

Esempio di gestione dell'emergenza e messa in sicurezza preventiva a tutela dei beni culturali è stato portato dal Dott. Alessandro Bozzetti, vice presidente Assorestauro, che ha descritto l'intervento condotto presso le chiese di Sant'Andrea in Campi di Norcia, danneggiata dal recente terremoto che ha colpito il Centro Italia, e di San Giuseppe dei Falegnami di Roma che ha subito il crollo del tetto.

Guarda qui il video dell'intervento del Dott. Alessandro Bozzetti

 

Un esempio, invece, di come un’amministrazione pubblica ha collaborato con il settore assicurativo in modo virtuoso e in parte innovativo, è stato fornito dal Dott. Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno e presidente di Ifel, che ha testimoniato la gestione di un sinistro da allagamento in una scuola dove l'assicurazione ha provveduto interamente al ripristino del bene.

Guarda qui il video dell'intervento del Dott. Guido Castelli, Presidente Ifel e Sindaco di Ascoli Piceno 

 

Fondamentale per il Prof. Mario Tozzi è dunque pianificare un piano di prevenzione che permetta di preparare il territorio in maniera coscienziosa per affrontare al meglio l'emergenza. 

Guarda qui il video dell'intervento del Prof. Mario Tozzi

 

Il Convegno si è concluso con la tavola rotonda "Sicurezza e continuità operativa: dalle criticità alle soluzioni" che ha visto confrontarsi i diversi attori coinvolti nella gestione delle problematiche legate al sinistro: Gabriella Fraire,consigliere ANRA; Nicola Berlucchi, consigliere Assorestauro; Luca Franzi de Luca, Presidente di Aiba; Guido Castelli,Sindaco di Ascoli Piceno e presidente Ifel; Anna Botti, responsabile del Contenzioso Responsabilità Civile e tutele assicurative Anas; Dario Dalla Torre, P&C Imprese, Responsabile Enti Pubblici, Sanità, Trasporti e Canale Diretto Generali Italia S.p.A.; Daniela Marucci, Direzione Tecnica Danni e Sinistri, Responsabile Linea Corporate UnipolSai Assicurazioni S.p.A.

Guarda qui il video della Tavola Rotonda "Sicurezza e continuità operativa: dalle criticità alle soluzioni"